IBF 2013

IBF 2013

Italian Beer Festibal 2013, uno dei primi eventi birrai dell’anno, organizzato come sempre da ADB (Associazione Degustatori Birra).

Come di consuetudine abbiamo scelto il sabato per andare a questa manifestazione che anche quest’anno si è svolta a Milano, in via Mecenate 90.
Gli ambienti erano più ampi e vivibili dell’anno scorso, quindi è stato possibile bere e chiacchierare con più tranquillità.

Ma passiamo alle birre assaggiate:

Toccalmatto: tabularasa, chiara leggera bel luppolata. Space invader: ottina black ipa randalizzata amara e corposa
Free lions beer, lo straniero. Strong ipa ben luppolata. Piacevole al naso e con un buon corpo
Prima lux by Kamuno. Chiara leggera, un po’ dolce
‘na birretta: american pale ale con qualche problema (spero che il mio bicchiere fosse preso dal fondo del fusto…)
Lambrate, ligera. APA da bere a secchiate
BirrOne, gerica. APA a bassa fernentazione. Ottima sia al naso che al palato, finale un po’ pungente
Birrificio s. Paolo, laghèe. Buona pacific india pale ale
Geco, american pale ale. Qualche difetto al naso, ma si lascia bere con piacere
Rurale: Insubria domina
Per concludere ci siamo fatti una doppia di zona cesarini by Toccalmatto

Non ho ancora perso un’edizione di questa manifestazione che negli anni è migliorata parecchio sia dal punto di vista organizzativo, sia dal punto di vista qualitativo.
Credo che buona parte dei meriti siano da attribuire ai birrifici italiani che stanno crescendo molto. Questi miglioramenti si notano sia in birrifici affermati e “famosi” ma anche nelle nuove realtà: sintomo di una cultura birraria che sta iniziando a prendere effettivamente piede nel nostro Paese.